AscoliNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Dipinto su tela ed altri 241 oggetti recuperati, indagato 70enne di San Benedetto del Tronto

L'ex antiquario accusato di ricettazione e alienazione illecita: aveva il quadro in casa. Molte opere provenivano da ascolano e fermano

2.289 Letture
commenti
carabinieri, auto, gazzella, 112

Il bilancio dei sequestri compiuti dai Carabinieri del Nucleo tutela del patrimonio culturale di Ancona, a seguito di una lunga indagine, è di 241 oggetti trafugati nelle chiese, tra cui il dipinto raffigurante una Madonna con Bambino di autore sconosciuto rubato a Comunanza, e di 60 reperti archeologici.

In particolare il quadro Madonna con Bambino risale al Settecento ed è stato rubato in una chiesa del Fermano nel giugno 1990.
Sono indagati per ricettazione e alienazione illecita un ex antiquario settantenne di San Benedetto del Tronto (aveva il quadro in casa), e altre sei persone (cinque marchigiani e un abruzzese).

Provenivano da chiese dell’Ascolano e del Fermano gran parte delle opere d’arte, dipinti, statue e arredi sacri, come ha spiegato il maggiore Grasso; oltre che nelle Marche, i carabinieri stanno svolgendo controlli e verifiche per risalire alla provenienza degli altri beni anche in Veneto, Emilia Romagna, Toscana, Abruzzo, Umbria e Puglia: al termine di questa fase di indagini potrebbero aggiungersi altri nomi alla lista degli indagati.

Alla Diocesi di Fermo è stato reso il dipinto noto come ‘Madonna delle Grazie’, il cui furto, risalente al 1990, venne denunciato dall’allora parroco don Antonio Tramannoni. Invece i reperti archeologici sono stati affidati ai funzionari della Soprintendenza delle Marche.

Il pm di Ascoli Piceno Lorenzo Maria Destro ha dato mandato ai Carabinieri di effettuare numerosi perquisizioni tra Marche e Abruzzo, anche presso la casa e il laboratorio dell’ex antiquario denunciato. L’uomo avrebbe affermato di aver acquistato il prezioso dipinto da oltre venti anni.

I militari del Nuclei operativi veneti e la Polizia Municipale hanno trovato molti oggetti sacri in vendita in un mercato di Piazzola sul Brenta (PD): a metterli in commercio sarebbe stato proprio il settantenne sambenedettese.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Ascoli Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!