Errore durante il parse dei dati!
AscoliNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Il mondo della cultura, imprenditoria e sport si mobilita per la ricostruzione post terremoto

Ad Ascoli Piceno due giornate con Arrigo Sacchi, Oliviero Toscani, Pupi Avati e altri 45 relatori a favore di Acquasanta Terme

Pupi Avati

Dire Fare per ricostruire. La ricostruzione post terremoto attraverso le persone, attraverso la comunità: un tessuto sociale e culturale che ha subito la stessa scossa delle case, delle chiese, dei palazzi. La comunità va ricostruita, ed è questo il pensiero che guida l’iniziativa di carattere benefico a sostegno delle popolazioni colpite dal terremoto: Dire Fare, pensieri e azioni per l’Italia.

Il 14 e 15 gennaio, ad Ascoli Piceno si incontrano 48 relatori di diversi settori, accomunati da due elementi: rappresentano attraverso il proprio lavoro un’eccellenza e partecipano a questa iniziativa a titolo completamente gratuito. Arrigo Sacchi, Oliviero Toscani (in FOTO a destra), Maurizia Cacciatori, Pupi Avati (in FOTO in alto), Mario Tozzi, Roberto Re sono alcuni dei 48 professionisti della formazione, della cultura, dell’imprenditoria e dello sport che hanno deciso di essere ad Ascoli Piceno gratis, senza compenso né rimborso spesa, per sostenere la rinascita della comunità. Quarantotto relatori che condividono con i partecipanti la propria esperienza professionale e umana.

Una doppia giornata di formazione organizzata da Performance Strategies con il patrocinio del comune di Ascoli Piceno e il contributo di numerosi partner che, anche loro a titolo gratuito, prestano la propria opera per la miglior riuscita dell’evento. I relatori che si alternano sul palco del Teatro Ventidio Basso portano ciascuno un significativo contributo al dibattito pre-ricostruzione. Oliviero ToscaniNon una semplice raccolta fondi, ma un punto di partenza e rilancio della comunità tutta, per una ricostruzione che significhi non solo nuove case, nuove strade, nuovi ponti, ma nuovi valori e obiettivi su cui rifondare le comunità del Centro Italia.

L’’intero ricavato della manifestazione verrà devoluto ad Acquasanta Terme, totalmente distrutto dopo il terremoto del 30 ottobre e tra i più gravemente danneggiati, insieme al confinante Comune di Arquata del Tronto, dalle scosse degli ultimi mesi. A garantire la trasparenza dell’operazione è stato nominato il notaio Donatella Calvelli di Ascoli Piceno.

Info: www.direfare.org.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Ascoli Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!