Errore durante il parse dei dati!
AscoliNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Neve alta, cervo ferito soccorso dai Forestali di San Martino di Acquasanta

Fauna selvatica in difficoltà lungo le carreggiate: pericolo per la viabilità con rischio di incidenti stradali

Il soccorso ad un cervo bloccato dalla neve ad Acquasanta Terme

Nella giornata di mercoledì 25 gennaio i Carabinieri Forestali di San Martino di Acquasanta sono intervenuti in località San Paolo per soccorrere un maestoso esemplare di cervo maschio ferito ed in grave difficoltà, bloccato da oltre due metri di neve.

La segnalazione è arrivata da un automobilista che ha rischiato di urtare l’animale che correva lungo la strada, in quanto ai lati della carreggiata la neve risultava altissima e il cervo non riusciva ad addentrarsi nella boscaglia.
Giunti sul posto, i militari, hanno fin da subito individuato l’animale esausto e ferito, bloccato pericolosamente nei pressi della strada Provinciale che conduce a San Martino di Acquasanta, tra la coltre di neve bagnata e pesante.
Subito, dopo aver constatato che le ferite erano lievi e non ne compromettevano la sopravvivenza, hanno cercato di togliere la coltre di neve che impediva i movimenti all’esemplare, con l’ausilio di una pala, ed hanno favorito il ritorno dell’animale nella boscaglia della zona.

Un carabiniere forestale soccorre un cervo bloccato dalla neve ad Acquasanta TermeAltra segnalazione di un capriolo bloccato lungo la Salaria in Comune di Arquata del Tronto (AP) era giunta in mattinata ai Carabinieri Forestali. Anche nell’alto maceratese i Carabinieri Forestali di Fiastra (MC), hanno individuato numerose carcasse di cinghiali morti al lato delle carreggiate, stremati dalle condizioni meteorologiche proibitive di questi giorni e dalle difficoltà a procurarsi il cibo dovute alla cospicua coltre di neve.

Numerose sono le segnalazioni che stanno giungendo in questi giorni ai Carabinieri, in particolare nei comuni montani delle provincie di Ascoli Piceno e Macerata, dove la cospicua coltre nevosa e la presenza di strade cosparse di sale, attirano numerosi ungulati lungo le carreggiate, determinando grave pericolo per l’incolumità dei guidatori e degli stessi animali. Si raccomanda pertanto di ridurre la velocità e prestare attenzione alla fauna selvatica in difficoltà.

Si raccomanda infine di non avvicinare gli animali bloccati nella neve, specialmente gli ungulati, i quali possono essere particolarmente pericolosi per l’incolumità umana.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Ascoli Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!