AscoliNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Papa Francesco fa “spesa” dagli agricoltori terremotati dell’ascolano

Acquistati 11mila euro di prodotti poi distribuiti nelle mense per i poveri

1.205 Letture
commenti
mons. Konrad Krajewski, dell'Elemosineria Apostolica, insieme agli agricoltori e produttori terremotati di Ascoli Piceno

Un aiuto agli agricoltori terremotati dell’ascolano arriva da papa Francesco. Non in persona ma attraverso mons. Konrad Krajewski, dell’Elemosineria Apostolica, martedì 21 febbraio il pontefice ha fatto “spesa” di prodotti alimentari tipici delle aree colpite dal sisma presso i piccoli rivenditori, fortemente in difficoltà, per un totale di 11mila euro.

In accordo con i vescovi di Rieti, mons. Domenico Pompili, di Ascoli Piceno, mons. Giovanni D’Ercole, di Camerino-San Severino Marche, mons. Francesco Giovanni Brugnaro e di Spoleto-Norcia, mons. Renato Boccardo, sono stati individuati alcuni gruppi di contadini, agricoltori e produttori le cui aziende rischiano di chiudere a causa dei danni provocati dal terremoto.
Mons. Krajewski ha provveduto a comprare una grande quantità dei loro prodotti con l’intenzione, espressa da papa Francesco, di aiutarli ed incoraggiarli nel proseguire nelle loro attività.
Tutti i prodotti acquistati sono stati immediatamente distribuiti a diverse mense caritative della città di Roma per la preparazione dei pasti donati quotidianamente alle persone bisognose e senza fissa dimora.
Un ultimo gesto di solidarietà e carità è stato riservato a un agricoltore di Ascoli Piceno: papa Francesco, attraverso il suo elemosiniere, ha elargito una somma di 15mila euro per l’acquisto di un mezzo agricolo.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Ascoli Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!