Errore durante il parse dei dati!
AscoliNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Terremoto, il premier Paolo Gentiloni nelle zone colpite dal sisma

Visita del presidente del consiglio nella zona di Arquata del Tronto il giorno dopo la consegna di altre "casette"

649 Letture
commenti
Terremoto, il premier Paolo Gentiloni nelle zone colpite dal sisma. Visita ad Arquata del Tronto

Visita del presidente del Consiglio dei ministri Paolo Gentiloni nelle zone colpite dal sisma. Quella di lunedì 14 agosto è un ritorno del premier ad Arquata del Tronto per verificare con mano la situazione dei terremotati, capire le necessità in questo lungo percorso di ricostruzione e parlare con chi vive ni queste zone e non vuole abbandonarle.

E’ questo il senso della visita istituzionale che il premier ha fatto nell’ascolano colpito dalla sequenza di terremoti partita di un anno fa, esattamente il giorno dopo la consegna di altre 16 Soluzioni abitative d’emergenza (SAE) nella frazione di Piedilama. Dopo quelle di giugno posizionate a Pescara del Tronto, le prossime arriveranno nell’area di Borgo 1, a settembre.
Il premier era accompagnato dal capo di Stato Maggiore della Difesa gen. Claudio Graziano e dal commissario straordinario per la ricostruzione Vasco Errani.

Terremoto, il premier Paolo Gentiloni nelle zone colpite dal sisma. Visita ad Arquata del TrontoCosì il presidente della regione Marche Luca Ceriscioli a margine della visita del premier Paolo Gentiloni ad Arquata del Tronto: “Credo che qui ad Arquata del Tronto lo possano testimoniare più che altrove. Il più delle volte, l’immagine che si ha di questi luoghi è come quella della pianura padana. Se si vieni qui ci si accorge della complessità degli interventi che si stanno effettuando: di grado medio o di grado più complesso. Quello che stiamo costruendo le chiamano casette ma sono delle vere e proprie case”.

“Siamo consapevoli che la ricostruzione in questi luoghi non sarà veloce. Anche La scelta di ricostruzione per le varie frazioni – aggiunge Ceriscioli – è stata fatta per mantenere l’identità di questi luoghi ma questo è un elemento in più di complessità ma che restituisce la vita là dove c’era. Dunque tante scelte che hanno avuto il loro carico di problemi. Da oggi e nelle prossime settimane inizieremo a vedere la restituzione di questo lavoro per mantenere quell’impegno preso con i cittadini: quello di poter tornare dove si era e poter accompagnare il periodo della ricostruzione e il ritorno delle persone nelle aree interne”.

Terremoto, il premier Paolo Gentiloni nelle zone colpite dal sisma. Visita ad Arquata del TrontoTerremoto, il premier Paolo Gentiloni nelle zone colpite dal sisma. Visita ad Arquata del TrontoTerremoto, le casette installate nella zona di Arquata del Tronto

Sono 42 le SAE consegnate nella regione Marche. Le prossime in consegna sono quelle dell’area di Polverina di Fiastra il 23 agosto, 22 Sae a Pieve Torina il 24 agosto e nei giorni successivi verranno consegnate le casette a castelsantangelo sul Nera (Gualdo) e a Montecavallo. Mentre sono diversi i comuni hanno provveduto ad assegnare 612 (Castelsantangelo (area Gualdo), Cessapalombo, Force, Gagliole, Gualdo, Pieve Torina (quasi tutte le aree), Pioraco, San Severino, Serrapetrona, Valfornace). Sono 78 cantieri aperti per la costruzione di 1722 casette. Tra queste, su 25 aree le sae sono in fase di montaggio per 477 casette.

In questi giorni il genio militare dell”Esercito sta procedendo alla rimozione delle macerie nella zona. Al momento il materiale rimosse da Arquata del Tronto è di quasi 61 mila tonnellate mentre nella regione Marche rimosse complessivamente 123 mila tonnellate.

 

 

 

Materiali fotografici e video per gentile concessione della presidenza del consiglio dei ministri

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Ascoli Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!