Errore durante il parse dei dati!
AscoliNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

San Benedetto, abbassamento fondale marino: Ambiente e Salute nel Piceno lancia l’allarme

Sotto accusa le piattaforme estrattive presenti nella zona

Articolo su "Il centro"

Ecco una nuova conferma di ciò che andiamo dicendo da ormai 7 anni, dall’inizio della nostra battaglia contro la realizzazione dell’impianto di stoccaggio gas nel sottosuolo di San Benedetto del Tronto: e cioè che l’impianto è dannoso sotto molteplici aspetti, in particolare per la sicurezza.

Sul giornale abruzzese, il Centro, è apparso un articolo con un’intervista al Geologo dott. Giovanni Marrone impegnato, con alcuni membri dell’INGV e del CNR, nello studio dei dati forniti dalla Rete Mareografica Nazionale. Il Geologo ha affermato che a seguito dei terremoti che si sono verificati in Adriatico negli ultimi anni, il fondale da San Benedetto alla Val Vibrata si sarebbe abbassato di parecchi centimetri: dai 50 agli 80, a circa un miglio dalla costa.

La responsabilità sarebbe da attribuire alle numerose piattaforme presenti nella zona. Sarebbero responsabili sotto un duplice aspetto: da una parte tramite l’attività estrattiva sarebbero responsabili della subsidenza, cioè dell’abbassamento del terreno, dall’altra stimolerebbero i terremoti.

Conclude mettendo in guardia contro la realizzazione di nuove piattaforme e la realizzazione dell’impianto di stoccaggio gas a San Benedetto.

Non si capisce come mai, nonostante studi e incidenti ne dimostrino la pericolosità, la procedura riguardante l’impianto di stoccaggio gas a San Benedetto, non sia ancora stata chiusa con la bocciatura del progetto.

da: Ambiente e Salute nel Piceno

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Ascoli Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!