AscoliNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Presunti auguri ad Adolf Hitler, professore travolto dalle polemiche ad Ascoli Piceno

Scoppiata la bufera nei confronti di Felice Spicocchi, vice-preside dell'Istituto Agrario "Cesio Ulpiani"

1.154 Letture
Un commento
Felice Spicocchi

Forti polemiche ad Ascoli Piceno per il post pubblicato su Facebook – e successivamente rimosso – da Felice Spicocchi, docente e vice-preside presso l’Istituto Agrario “Cesio Ulpiani”.

Nel suo intervento il professore ha infatti espresso in tedesco «centoventinove volte auguri» in occasione della giornata del 20 aprile, data che quest’anno coincide proprio con il centoventinovesimo anniversario della nascita di Adolf Hitler.

Nonostante la repentina cancellazione del post incriminato, nel giro di poche ore si è scatenata una vera e propria bufera, specie sui social networks, dove Spicocchi è stato attaccato duramente da più parti.

Da parte sua l’insegnante si è autoassolto asserendo come gli auguri fossero rivolti a Colmar Walter Hahn, fotografo tedesco nato lo stesso giorno del dittatore tristemente noto: secondo lui, pertanto, a partire da ciò si sarebbe creato un malinteso.

Tra le voci maggiormente critiche nei confronti di Spicocchi si segnalano: il Comitato Antirazzisti Piceni, che punta il dito sul ruolo di docente svolto dall’uomo per evidenziare la gravità del messaggio espresso; la Rete degli Studenti Medi delle Marche e l’Associazione studentesca Robin Hood, che in un comunicato congiunto chiedono «seri provvedimenti all’interno dell’Istituto Agrario Ulpiani a seguito di questo fatto più che mai inaccettabile» a maggior ragione per il fatto che, secondo la loro versione, il professore non sarebbe stato nuovo a simili uscite in passato.

Commenti
Solo un commento
felicespicocchi 2018-04-20 19:31:23
Stamattina mi è venuta la “brillante” idea di fare gli auguri di buon compleanno a Colmar Walter Hahn, artista e fotografo nato il 20 aprile 1889 a BERLINO.
Chi conosce l’artista e sa di cosa stavo parlando, ha infatti commentato “tanti auguri allo zio di Berlino” e ho messo anche un like al commento.
Dopodiché si è scatenato l’inferno.
Non so chi abbia iniziato, ma il mio post è stato travisato, volendo a tutti i costi associarlo al dittatore Adolf Hitler.
Per di più nato in Austria, a Branau am Inn e non a Berlino.
Forse se avessi scritto 129 volte auguri di buon compleanno “zio” Walter, tutto questo non sarebbe successo …
Per di più, se si visita la mia pagina facebook non c’è nemmeno un’immagine legata, né tantomeno inneggiante, a fascismo o nazismo.
Non sono di sinistra e lo sanno anche i sassi, ma questo tipo di associazione mi appare forzata e esagerata.
Scrivo questo comunicato dopo aver consultato il mio avvocato, a cui spero di non dovermi rivolgere per bloccare questa campagna diffamatoria
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Ascoli Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!