AscoliNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Rapinò un connazionale a San Benedetto, tunisino tratto in arresto a Grottammare

L'uomo, B.G.M., è inoltre stato trovato in possesso di oltre 13 grammi di eroina

505 Letture
commenti
Arresto della Polizia

Nel pomeriggio di mercoledì 14 novembre, la Polizia di Stato ha tratto in arresto un individuo di nazionalità tunisina, ritenuto responsabile di una rapina messa a segno a San Benedetto del Tronto lo scorso 27 ottobre.

In tale occasione, alcuni passanti avevano segnalato la presenza di un uomo, anch’egli originario della Tunisia, riverso a terra in vicolo Dari: i successivi accertamenti avevano poi chiarito come la vittima dell’aggressione fosse stata raggiunta da diverse coltellate, riportando ferite alla testa e alle gambe giudicate guaribili in 15 giorni.

I poliziotti avevano dunque dato inizio alle indagini, che hanno permesso di riscontrare la presenza di due soggetti armati di un coltello e di una mazza nei pressi del luogo dov’era avvenuta la rapina.

Uno dei due aggressori, B.G.M. le sue iniziali, è stato infine individuato e bloccato a Grottammare, dove si era rifugiato dopo aver fatto perdere le proprie tracce. Egli è quindi stato condotto presso il carcere di Marino del Tronto: oltre all’accusa di rapina aggravata e lesioni, dovrà inoltre rispondere di detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio, dato che al momento del fermo è stato trovato in possesso di 13,4 grammi di eroina.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Ascoli Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!