AscoliNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Rubò oltre 30.000 dalle casse dell’ospedale di San Benedetto, dipendente condannata

Il Tribunale di Ascoli ha ritenuto la donna colpevole del reato di peculato continuato, comminandole una pena di tre anni e quattro mesi

477 Letture
commenti
tribunale, udienza, sentenze, giudici

Una dipendente del Comune di San Benedetto, un tempo in servizio presso il Cup dell’ospedale “Madonna del soccorso” è stata condannata a tre anni e quattro mesi di reclusione per il reato di peculato continuato.

Il Gip del Tribunale di Ascoli Piceno si è così espresso a riguardo della donna, che alcuni anni fa aveva ammesso di aver trafugato all’incirca 32.000 euro in quanto affetta da problemi di ludopatia.

Nei confronti della donna, che andrà incontro a una sospensione, non potrà però scattare ancora il licenziamento finché vi sarà un ulteriore grado di giudizio al quale ricorrere.

Ella dovrà in ogni caso risarcire interamente la cifra sottratta, nonché provvedere al pagamento delle spese processuali.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Ascoli Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!