AscoliNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Controlli della Polizia tra Ascoli Piceno e San Benedetto, un arresto e due denunce

Scattate le manette nei confronti di un latitante di 45 anni

Auto Polizia

Nel corso del fine settimana appena trascorso i controlli della Polizia di Stato di Ascoli Piceno e San Benedetto del Tronto hanno condotto a un arresto e a due denunce.

A finire in manette è stato un 45enne di nazionalità marocchina, sorpreso dagli agenti nella serata di sabato 21 marzo all’esterno di un minimarket di piazza Garibaldi. Gli accertamenti svolti nei confronti di tale individuo hanno evidenziato come egli fosse ricercato da un mese su indicazione della Procura della Repubblica di Pescara: i poliziotti hanno così messo in atto il provvedimento di carcerazione emanato a suo carico, trasferendolo poi nel carcere di Marino del Tronto, dove dovrà scontare una condanna a sei mesi di reclusione per aver partecipato a una rissa nel capoluogo abruzzese.

Ventiquattr’ore prima, a Porto d’Ascoli, un 30enne del luogo era stato denunciato per non aver rispettato le misure di contenimento anti-Coronavirus, in quanto sorpreso per strada senza un motivo valido.

Sempre nella giornata di sabato, invece, un 27enne ascolano è stato denunciato per minacce a seguito di una furibonda lite familiare. Gli agenti sono intervenuti presso l’abitazione da lui condivisa con la madre, una donna di 58 anni in regime di arresti domiciliari, riscontrando gravi danni provocati dal giovane a mobili e infissi mediante l’utilizzo di un lungo coltello. Oltre all’arma in questione, all’interno dell’appartamento la Polizia ha inoltre rinvenuto e posto sotto sequestro altre lame potenzialmente pericolose.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Ascoli Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!