AscoliNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Chi ha vinto più Copa Libertadores tra River Plate e Boca Juniors?

Oggi il club campione in carica è il Flamengo, ancora in gioco nell'edizione in corso

168 Letture
commenti
calcio, giocatori, pallone

La Copa Libertadores ha riscosso una certa attenzione mediatica negli ultimi anni. Sarà perché la finale del 2018 si è giocata eccezionalmente al Bernabeu e di recente vecchie conoscenze della Serie A come Tevez e De Rossi si sono trasferite in Sudamerica, ma la Champions sudamericana viene riconosciuta sempre più come una manifestazione che non ha nulla da invidiare a quelle europee.

Il vincitore del torneo accede alla Coppa del mondo per club e alla Recopa Sudamericana, ovvero la Supercoppa continentale. La manifestazione ha preso vita nel lontano 1960 con il nome di “Copa de Campeones de América”, 5 anni dopo la nascita della Coppa dei Campioni, copiandone il format.

In un primo momento solo le squadre appartenenti a specifiche federazioni potevano partecipare al torneo, che nel corso della sua storia ha incluso talvolta anche formazioni messicane. Il nome dell’evento è mutato più volte nel tempo, anche per pure ragioni di sponsor. L’Independiente è attualmente la squadra che ha vinto più volte il trofeo con 7 vittorie, mentre il Boca Juniors si è guadagnato 11 finali, perdendone 5.

Le regole sono simili a quelle della Champions League europea, ma inizialmente il sistema di eliminazione contemplava una terza partita qualora le gare di andata ritorno avessero prodotto una vittoria per ogni squadra o due pari. Oggi la finale si gioca in una singola partita e in campo neutro. L’evento attrae ormai più di 130 nazioni, che ogni anno si collegano per seguire i match delle migliori squadre sudamericane, contribuendo al raggiungimento di un miliardo di spettatori complessivi. Niente male per una kermesse che viene messa sempre in secondo piano rispetto alla Champions League.

L’attuale edizione della Copa Libertadores si concluderà nel gennaio del 2021. Santos, Internacional e Gremio sono solo alcune delle compagini più quotate per arrivare fino in fondo. Le vere favorite per il trionfo finale, però, sono sempre loro due: il Boca Juniors e il River Plate, le più importanti squadre sudamericane, contraddistinte da sempre da una rivalità delle più sentite nella storia del calcio. Nel 2018 sono state proprio loro a contendersi la coppa, proponendo per la prima volta il “Superclasico” in finale, proprio nell’ultima finale con partite di andata e ritorno. Forse nemmeno un derby tra Roma e Lazio in una finale di Champions League avrebbe mai potuto accendere tanto gli animi.

L’andata a La Bombonera terminò 2-2, ma il ritorno al Monumental, invece, non si disputò per disordini fuori dallo stadio poco prima dell’inizio del match. Di conseguenza, l’ultimo atto fu posticipato e si consumò nello stadio Santiago Bernabeu di Madrid, il 9 dicembre. Dopo l’1-1 dei tempi regolamentari, il Boca rimase in 10 uomini per l’espulsione di Barrios e vincendo 3-1 il River Plate si aggiudicò la quarta Copa Libertadores della sua storia. Difficilmente una serie di situazioni tanto curiose potrà essere replicata in futuro. Quella del 2018 è stata indubbiamente una delle contese più emozionanti che il calcio abbia vissuto nel terzo millennio, di gran lunga superiore a tante finali di Champions. Anche per questo motivo i calciofili cercano sempre più spesso retroscena e aneddoti come nella nuova infografica sulla Copa Libertadores ricca di curiosità storiche, statistiche e previsioni su questa edizione del torneo. Oggi il club campione in carica è il Flamengo, ancora in gioco nell’edizione in corso.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Ascoli Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!