AscoliNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Mercoledì 26 febbraio presentazione a Grottammare del libro “Diario dello smarrimento”

Il volume di Andrea Di Consoli sarà al centro dell'evento previsto per le ore 21.00 al teatro dell'Arancio

Andrea Di Consoli

Pensare Altro FestivalDivini Commedianti – nato da un’idea di Lucilio Santoni, con la direzione artistica di Marca d’Autore (Gino TroliAlessandro Pertosa e lo stesso Santoni), il sostegno dei comuni in cui si svolge, dell’AMAT e il contributo della Regione Marche – prosegue a Grottammare mercoledì 26 febbraio con Andrea Di Consoli che presenta al Teatro dell’Arancio (ore 21) il suo libro Diario dello Smarrimento.

Un memoriale nel quale lo scrittore lucano – giornalista del “Sole 24 Ore”, responsabile del programma televisivo “Il caffè di RaiUno” e collaboratore di Rai Teche e Rai Cinema -, mette a nudo, senza veli, i suoi drammi e le sue gioie. Frammenti di una vita vissuta ad alta intensità emotiva che si ricompongono in un bilancio umano in cui la letteratura spinge il dito nella piaga dell’esistenza e diviene rivelazione del mondo. Lo smarrimento è una condizione inequivocabile del tempo in cui viviamo, si tratta di uno smarrimento fisico, ci si perde nelle città, Roma, Milano, Napoli, così come nelle radici: la Lucania tratteggiata attraverso la rievocazione di un mitologico Sud senza passato e senza futuro; ma ci si perde anche in nessun luogo, all’interno di un io che riflette così a fondo da lasciarsi irretire dal vortice dei suoi stessi pensieri. Una conversazione su un diario intimo, tanto più personale quanto condiviso e universale, che Di Consoli terrà con Lucilio Santoni.

Pensare Altro FestivalDivini Commedianti si svolge fino al 9 maggio nei Comuni del Piceno con appuntamenti a ingresso gratuito pensati per un pubblico ampio, che abbia voglia di mettersi in gioco con il talento di coltivare il cuore e la mente, trasformando l’inquietudine in dolcezza. I divini commedianti sono attori e narratori che affronteranno il tema della contemporaneità affondando le radici nella grande tradizione classica di tutti i tempi.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Ascoli Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!