AscoliNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Scontro tra Tornado nelle Marche, trovati corpi di due militari, si cerca ancora

Ecco i nomi: sono tre uomini e una donna. Spenti intanto gli incendi: almeno cinque. Poche speranze per superstiti

5.947 Letture
commenti
Il fumo dopo lo scontro tra i due tornado dell’Aeronautica Militare Italiana nell'ascolano

Un normale volo di addestramento, per cui i due tornado dell’Aeronautica Militare Italiana erano partiti martedì 19 agosto, alle 15.30 dalla base militare di Ghedi (Brescia), sede del Sesto Stormo. I quattro militari, tre uomini e una donna, erano sui cieli ascolani, a una trentina di chilometri dal capoluogo di provincia, tra i centri di Olibra e Venarotta, quando, poco dopo le ore 16, sono entrati in collisione.

I due aerei si sono sbriciolati dopo l’impatto e, precipitando al suolo, hanno sparso pezzi in una vasta area in cui sono spuntati almeno cinque focolai come riferito dal Corpo Forestale dello Stato intervenuto. Avrebbero dovuto far ritorno alla base alle 17. Dopo il boato, dei quattro militari – due piloti e due navigatori – non si è più saputo nulla.
Ufficialmente sono ancora dispersi due dei componenti degli equipaggi, nella mattina del 20 agosto, dopo una notte di ricerche alimentate dalla speranza data dall’avvistamento di quello che era sembrato un paracadute arancione, sono stati purtroppo trovati i resti di un uomo, pare all’interno della carcassa di uno dei Tornado, e poi un secondo corpo, secondo quanto riferito alla Camera il Ministro della Difesa Roberta Pinotti.

Sembrano ridursi al lumicino le possibilità di trovare vivi gli altri due militari che si stanno continuando a cercare sulle alture tra Venarotta, Casamurana e Olibra.

Fortunatamente l’incidente non ha provocato feriti tra i civili, né danneggato abitazioni o altri edifici, ma resta la paura per la sorte dei quattro ragazzi, tutti sui trenta anni, che stavano svolgendo una missione addestrativa propedeutica a un programma Nato per il prossimo autunno.
I vigili del fuoco hanno nel frattempo spento gli incendi, anche se sono in corso non solo le ricerche dei militari ma anche il monitoraggio dell’area vasta diversi chilometri in cui sono precipitati i pezzi dei due tornado dell’Aeronautica Militare Italiana.

Intanto sul sito dell’Aeronautica militare sono apparsi i nomi dei coinvolti: si tratta del capitano pilota Alessandro Dotto e del capitano navigatore Giuseppe Palminteri, del capitano pilota Mariangela Valentini e del capitano navigatore Paolo Piero Franzese.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Ascoli Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!