AscoliNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Molestie sessuali verso la figlia minorenne, ascolano condannato a due anni e otto mesi

A rendersi protagonista delle violenze anche il nonno paterno della giovane, ora deceduto

855 Letture
commenti
pesaro-violenzaessuale

Si è conclusa con una condanna a due anni e otto mesi di reclusione la torbida vicenda risalente al 2015 che ha visto coinvolta una famiglia residente ad Ascoli Piceno, all’interno della quale sarebbero avvenute delle molestie sessuali ai danni di una minorenne.

A perpetrare tali azioni, sfociate spesso in palpeggiamenti di parti molto intime del corpo della ragazza, sarebbero stati il padre e il nonno paterno: il primo è stato dunque ritenuto colpevole degli atti sessuali in questione, venendo inoltre privato della patria potestà; ogni ipotesi di reato nei confronti del secondo è invece caduta poiché nel frattempo l’anziano è deceduto.

Le molestie avrebbero avuto inizio nei primi mesi del 2015, quando il padre della giovane si sarebbe lasciato andare in diverse occasioni a comportamenti assai lascivi. Successivamente ella sarebbe poi stata vittima delle attenzioni inopportune del nonno, dal quale è poi scappata per rifugiarsi a casa di amici, segnalando infine quanto accaduto alle autorità competenti in materia.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Ascoli Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!