AscoliNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Monteprandone, inseguimento e rissa tra automobilisti: intervengono i Carabinieri

Tre le persone che rischiano ora di finire in manette

1.332 Letture
commenti
auto dei Carabinieri, gazzella, 112

Si sono vissuti momenti molto concitati nel primo pomeriggio di lunedì 7 maggio a Centobuchi, dove tre uomini hanno dapprima dato vita a uno spericolato inseguimento in automobile per le vie cittadine, per poi degenerare in una violenta rissa.

I protagonisti della vicenda sono padre e figlio di nazionalità tunisina e un cittadino albanese che al momento dei fatti si trovava a bordo della propria vettura con una giovane del posto.

Non è ancora certo cosa abbia provocato l’acceso confronto tra le due parti, che dopo le prime fasi ha raggiunto il proprio apice in un piazzale in via Borgo Nuovo: qui i tre uomini sono venuti alle mani, venendo poi fermati solo dall’intervento dei Carabinieri dei distaccamenti di Monteprandone e San Benedetto del Tronto.

Ad avere la peggio a seguito della lite è stato l’uomo di nazionalità albanese, che è infine stato trasportato in ospedale per le cure mediche del caso.

Entrambe le parti in causa erano state coinvolte in passato in alcuni casi sospetti di automobili incendiate, episodi che potrebbero essere stati alla base di quanto avvenuto lunedì. Tutti e tre gli uomini coinvolti rischiano ora di finire in manette: i due tunisini sono infatti accusati di violenza privata, lesioni e danneggiamento, mentre il loro avversario era già stato colpito da un provvedimento che gli permetteva di lasciare la propria abitazione solamente per recarsi al lavoro.

Caricamento mappa in corso...
Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Ascoli Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!